Il motivo per cui la lenza deve restare il più possibile in verticale è molto semplice :
Ecco cosa succede quando la tua lenza va in diagonale nell’acqua:
la corrente spinge la lenza e tu non sei su una linea dritta con il tuo jig. Qualche volta fai fatica a toccare il fondo , perché la corrente spinge la lenza così tanto da far appendere il tuo jig a mezz’acqua in corrente

a             b

Quando cerchi di muovere il jig con il mulinello e la jerkata, fai semplicemente muovere la curvatura della lenza e non il jig. Il tuo jig probabilmente resta appeso a mezz’acqua e non catturerai mai un pesce ( se il jig non cambia posizione da verticale ad orizzontale , grazie alla tua azione su canna e mulinello , non sarà che un jig morto a cui i pesci non presteranno mai attenzione).
Nello Hi- Speed Jigging, viene riavvolta la lenza così velocemente che alla fine il jig si muove in qualche maniera. Ma lo slow pitch jigging fa affidamento a sequenza di piccoli sollevamenti e cadute, e a meno che tu non sia in allinamento verticale con il jig, l’influenza dell’acqua potrebbe cancellare la tua azione.
Negli sforzi per ridurre l’influenza dell’acqua , possiamo usare una lenza più fine e/o puoi usare un jig più pesante. In effetti , l’high picth jerk genera impatto più forte e veloce a tagliare l’acqua e fa realmente muovere il jig in quelle situazioni . Anche il Long Fall Jerk è un gran movimento, una possibilità maggiore di muovere il jig, le lunghe alzate e le ricadute sono meno influenzate dall’effetto “arcatina” del trecciato e il tuo artificiale avrà comunque un movimento catturante , scegli nel caso i jig più indicati allo scopo.
In sostanza nelle condizioni in cui non sarai in grado di superare il problema dello scarroccio dovuto al vento , o nelle giornate con diversi strati di corrente che non ti lasceranno pescare in verticale , i movimenti da scegliere per catturare sono l’High Pitch e il Long Fall, e questo non scordarlo mai .
É così importante stare in allineamento verticale con il jig per avere controllo diretto e sensibilità sul tuo jig. Essere verticale è un punto vitale per lo slow picth jigging e tu dovresti cercare di essere attivo in questa situazione .

c           d

Cosa fare per minimizzare il problema ?
Nella prima  figura  si vede una condizione di  scarroccio libero,  la corrente si muove dall’alto in basso, mentre il vento da destra a sinistra. Tu getti il jig in un punto  ma  il vento e la corrente insieme muovono la barca, soprattutto il vento, mentre il tuo jig è influenzato solo dalla corrente. E’ molto difficile fare slow pitch jigging in scarroccio libero. Potrebbe funzionare con un goccio di vento e poca corrente. E’ molto complicato perché devi recuperare indietro il tuo jig così tante volte e alla fine lo terrai troppo poco in zona di cattura, d’altra parte la peculiarità dello Slow Pitch è proprio questa : far rimanere più a lungo possibile l’artificiale attivo nella finestra di visibilità della preda , al fine di stimolarlo / stuzzicarlo all’attacco .
Nel secondo disegno si vede l’ancora galleggiante ( in nero) , se tu utilizzi un’adeguata ancora a paracadute avrai un buon risultato difficile è trovare le giuste dimensioni per la tua imbarcazione, a volte sono necessarie almeno due differenti misure.
Il vento spinge la barca, ma l’ancora frena il movimento facendo resistenza nell’acqua. Riduce l’effetto del vento e fa in modo che la barca si muova con la corrente, e a sua volta anche il jig.
Ma è difficile controllare quanto freno puoi fare e la sincronizzazione dura solo fino ad un certo punto. Dipende dalla direzione e dalla forza del vento. Inoltre alcune piccole barche hanno molto scafo e poco pescaggio e l’ancora galleggiante non riesce a rallentare completamente lo scarroccio  dovuto al vento. Ad ogni modo, l’ancora galleggiante è un metodo per cercare di tenere la lenza verticale per lo slow picth jigging.
Non puoi pensare di restare passivo alle situazioni, per cui quando ti accorgi che l’ancora galleggiante non è sufficiente, puoi usare il motore per minimizzare la forza del vento , quindi con un po’ di motore in avanti puoi cancellare l’azione del vento, ci vuole un po’ di esperienza ma puoi muoverti effettivamente  esattamente con la corrente .
Io , avendo un’imbarcazione con molta “opera morta” mi sono costruito un piedino idraulico da spinta , dotato di regolazione della velocità  dell’elica, con il quale azzero completamente l’influenza del vento sull’imbarcazione ;   la stessa cosa si può fare (entro certi limiti) anche con un piccolo motore fuoribordo .

Foto0041

Devi cercare di ottenere il meglio in pesca e  avere la lenza a piombo , tenendola in una linea dritta con il jig, il controllo  dell’artificiale sarà ottimale , questo porterà molte più catture che nelle altre situazioni.
Concentrati su questi particolari e piano piano noterai la differenza fra te e gli altri pescatori …. anche loro la noteranno !!!!    😉

 

Menu
Call Now Button